Sistema Ariele- descrizione del gioco-

Sistema Ariele, semplice da capire, vantaggioso da giocare.

Nella battaglia condotta per vincere alla roulette, il sistema Ariele è tra quelli più conosciuti ed impiegati. Eccolo descritto qui di seguito:

  • Si giocano in contemporanea 2 dozzine o 2 colonne (quindi un totale di 24 numeri) puntando su ognuna di queste un pezzo.
  • Se il colpo è vinto si incamera il pezzo di utile mentre se il colpo è perso, si raddoppia la puntata; se questo secondo colpo è vinto si dimezza la giocata ritornando alla puntata base di un solo pezzo; se viceversa anche il secondo colpo è perso, si prosegue col raddoppio della giocata. In pratica ogni colpo perso implica il raddoppio della giocata ed ogni colpo vinto il dimezzamento della puntata stessa.
  • Il vantaggio determinato da questo metodo consiste nel fatto che si puntano 24 numeri avendone contro 13 e che a parità di colpi vinti/persi il sistema pareggia lasciando l’utile di tutte le partite in cui si è vinto al primo colpo; e poiché puntando 24 numeri è più probabile vincere che perdere, questo costituisce il vantaggio determinato dal metodo di gioco.
  • È evidente come questo sistema, viste le caratteristiche, sia  praticamente infallibile. Tuttavia anche lui ha il proprio punto debole; così non fosse, i casinò sarebbero tutti chiusi da tanto tempo… Il punto debole del sistema Ariele consiste nel rischio di alta esposizione, nella necessità quindi di avere un capitale elevato che può oltretutto dover essere impiegato non per guadagnare (abbiamo ricordato che solo le partite che vincono al primo colpo, procurano utile) ma per pareggiare, cioè per salvaguardare l’investimento. Infatti ipotizzando di giocare 10 euro a dozzina o colonna, basta una fase negativa di 5 colpi persi consecutivamente per portare l’esposizione ad oltre 600 euro.  Non solo ma spesso in situazioni di questo genere succede che ai colpi persi segue poi una fase in cui si alternano colpi attivi e passivi e questo fa oscillare l’esposizione senza mai arrivare a capo di nulla mettendo a serio rischio nervi e testa del giocatore (non si deve mai dimenticare che fa più vittime la testa del giocatore che il sistema più disgraziato che esista…).

Nel prossimo articolo inerente il sistema Ariele verrà spiegato come ottimizzare il metodo per non correre troppi rischi e non subire forti esposizioni di capitale con una strategia adatta anche alla roulette online.

4 pensieri su “Sistema Ariele- descrizione del gioco-

  1. Salve,
    è da un pò che sto utilizzando il sistema ariele con discrete soddisfazioni.
    Alla versione originale ho incluso uno Stop Loss ed uno Stop Winn.
    Capitale necessario 30 pz. Esco dal gioco alla vincita di 10 pz o in perdita al terzo raddoppio (1+1, 2+2, 4+4, 8+8, tot. 30 pz.)
    Certo è che la crescita è piuttosto lenta, ma tagliando le perdite si evitano pericolosi salti del capitale.
    Ho incominciato con 35 euro (valore pz. 0.50 = 15 necessari per il gioco) e al momento sono a 120.
    Chiaramente non è un sistema infallibile, però se la media dei rendimenti resta questa nel tempo, almeno è un sistema che genera profitto.

    1. Buongiorno Savino,

      grazie per il suo intervento e per la sua testimonianza. Fa sempre piacere riscontrare i successi di chi si applica con il giusto approccio determinato da prudenza e raziocinio. Grazie anche per le indicazione ed i suggerimenti pratici.
      Un cordiale saluto,

      Leo Martini Lorenzi.

      P.S: mi sono permesso di lasciare solo l’iniziale del suo cognome per garantire la sua privacy. Se ho sbagliato me lo comunichi e provvederò alla modifica.

        1. Il nuovo Lugano è completamente realizzato. Sto sistemando ed ottimizzando i testi. L’operazione va un po’ a rilento per altre incombenze che mi rubano tempo prezioso ma penso di poterlo mettere a disposizione entro la fine di ottobre o, al più tardi, nei primissimi giorni di novembre. Dovremmo essere a buon punto anche per la parte che automatizza il gioco anche se, in questo caso, non posso essere altrettanto preciso sulla tempistica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.