Il sistema di Giuliano

Giuliano e il suo sistema pubblicato sui forum roulettistici

Dieci anni fa, quando i forum che trattavano di roulette erano interessanti perché frequentati da esperti che avevano cose utili e costruttive da dire (non che allora non ci fossero disturbatori, maleducati e stupidi, anzi! Tuttavia accanto a questi vi erano parecchi personaggi che di roulette ne sapevano mentre oggi, scomparsi gli uni sono rimasi solo gli altri), Giuliano 67  pubblicò il suo sistema di gioco che oggi riporto qui perché vale la pena sia preso in seria considerazione; sono infatti convinto che con semplici e leggere modifiche possa diventare se non imbattibile certamente di grande resa ed interesse e comunque in grado di dare soddisfazioni.

Gioca ovviamente sulle chance semplici e le sfrutta tutte e tre; si basa sul fatto che i passaggi da una chance alla sua opposta e viceversa sono numericamente sempre uguali, indipendentemente dalla lunghezza delle figure che si formano. Detto in altre parole, il numero di passaggi da Pari a Dispari equivale al numero di passaggi da Dispari a Pari. Pertanto una coppia di chance, supponiamo Rosso/Nero, giocherà per un  solo colpo nel momento in cui vi è l’interruzione della sequenza; esempio: R-R-R-N, a questo punto la figura del Rosso si è interrotta e dopo l’uscita del Nero si gioca un solo colpo a Rosso, andando cioè alla ricerca dell’interruzione e quindi ricercando la figura da 1. Qualora uscisse N, formando quindi la serie R-R-R-N-N, si attenderà l’interruzione delle sequenze di N per giocare, una volta interrotta tale sequenza, per una nuova interruzione. Supponiamo dunque di vedere R-R-R-N-N-N-N-R, in quel momento si gioca per una nuova interruzione e quindi N. In un’altra chance, può essere PASSE-MANQUE, si giocherà andando alla ricerca dell’esatto opposto di quanto ricercato per ROSSO-NERO e cioè alla ricerca non dell’interruzione ma della sequenza e quindi, dopo un’interruzione di una sequenza di Passe (o di Manque) si giocherà per il prolungamento della uscita della medesima chance. Esempio: dopo P-P-P-P-M, si cercherà un altro Manque e così via.

In tutt’e due i casi, il gioco è limitato ad un solo colpo e prima di rigiocare nuovamente occorrerà attendere che ci siano le condizioni descritte. Ognuna delle 2 combinazioni ha una propria cassa, separata dall’altra; vi è poi una contabilità totale che tiene conto del saldo di tutt’e due. Da questa terza cassa generale, viene defalcato e messo da parte un pezzo ogni venti boule, pezzo che equivale alla concreta ed effettiva vincita. Nel momento in cui la cassa generale va in passivo, anche se il passivo è determinato dai pezzi tolti e messi a guadagno, entra in gioco la terza chance, PARI-DISPARI, sulla quale si tenterà il recupero nella modalità che viene spiegata solo dopo aver chiarito il concetto di saldo passivo di cassa. Cosa significa, nella modalità di gioco di Giuliano, essere in saldo passivo di cassa? Significa innanzitutto che la partita può durare all’infinito (visto che il sistema di gioco si avvicina molto ad un concetto di gioco professionale) e che pertanto se si fosse, per es, alla boule n° 1.200 con un saldo reale di cassa di +53 pezzi, in realtà si sarebbe nella condizione di dover ricercare un recupero di 7 pezzi perché se ogni 20 colpi va defalcato  e “messo via” il pezzo di guadagno, al colpo 1.200 si dovrebbe aver accumulato 60 pezzi, quindi 7 in più del guadagno effettivo; sette pezzi che vanno ricercati nella terza coppia di chance inseguendo o l’alternanza o la  serie, a seconda di come si sviluppa la permanenza stessa. Si tenterà di trovare un’alternanza di 5 colpi oppure una serie di 6. Pertanto, dopo P si inseguirà dapprima D e poi (se vinto) P e poi D cercando 4 colpi vinti di fila quindi inseguendo la formazione P-D-P-D-P (o la sua opposta) mentre se dopo P si sarà perso il colpo perché è uscito un altro Pari, si andrà alla ricerca di P-P-P-P-P-P (o sua opposta). Si cercano dunque 4 colpi vinti consecutivamente, indirizzando l’azione in funzione di come si sviluppa la permanenza (interruzioni o filotto); lo scoperto si divide pertanto per 4. Non trovando la serie di 4 colpi vinti consecutivamente, quindi non avendo ottenuto il recupero, al fine di alleggerire la puntata si va alla ricerca dell’alternanza di 5, una volta ogni 50 colpi (la spettanza è 1 ogni 32), 2 volte su 100 etc  mentre per la  serie da 6, una volta ogni 100 colpi (spettanza 1 su 64), 2 volte su 200 e così via, effettuando quindi una forzatura statistica. Questa suddivisione in più piani di recupero permette di non caricare troppo puntate ed esposizioni e sommato al fatto che, pur non raggiungendo il recupero completo, le serie o le intermittenze più corte permettono comunque recuperi parziali, fa ritenere di grande resistenza ed interesse tale strategia di gioco.

Leo Martini Lorenzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.