GIULIANO TOSI, L’UOMO CHE SCOPRIVA ALGORITMI VINCENTI

…ma non rispondeva a domande

Come anticipato nel precedente articolo, pubblico lo scambio di email con il signor Giuliano Tosi (ammesso che vada avanti a farsi chiamare così…). Si può notare come quest’uomo eviti accuratamente di dare risposte, spesso fingendo addirittura di non capire. Diffidate da lui e da tutti quelli (in questo periodo sono tanti!) che si propongono con le stesse modalità…

Ciao Giuliano,ho letto per bene il tuo e-book ed ho fatto qualche prova. Vorrei quindi esporti qualche mia osservazione e farti qualche domanda. Ecco le osservazioni:
-Tutti sappiamo che la somma dei 37 numeri della roulette equivale a 666. Tale cifra divisa per 37 fa 18. Questo numero equivale al valore medio. Se si moltiplica 18*24 si ottiene 432. Pertanto 432 equivale al valore medio della somma di una permanenza di 24 colpi.
-Tu poni 2 parametri, superati i quali, c’è la condizione ottimale di gioco. Ogni volta che la somma dei 24 colpi <240 ed ogni volta che tale somma >550. Ma poiché 240/24=10 2 550/24=23 (22.9 per essere precisi), in ambedue i casi siamo parecchio lontani dai valori medi espressi.
Ecco le domande:
-In base alla tua esperienza, una volta ogni quante boules osservate ci si trova nella condizione in cui la somma delle ultime 24 supera i parametri indicati ed  quindi possibile giocare?
-Sappiamo tutti che  la roulette è un generatore casuale di numeri e sappiamo  anche che tali numeri portano sempre a valori medi e all’ equilibrio ma che portano a tale equilibrio attraverso una serie di scarti o squilibri;  pertanto, studiando le tue indicazioni, mi viene spontaneo osservare che, a prescindere da algoritmi-software-programmatori e cervelloni, è abbastanza probabile, quasi certo, che dopo un periodo di forte esposizione in un senso ci sia una compensazione. E infatti tu dici che quando escono 24 numeri i cui valori devono per forza essere nella loro maggioranza assolutamente bassi (valore medio 10), occorre giocare dei numeri alti (22/23/24/25/26/27/28/29/30/34/35/36) mentre quando succede l’opposto si deve puntare sui numeri bassi. La mia domanda è pertanto la seguente: cosa c’entra l’elaborazione di un algoritmo per arrivare a considerazioni così semplici e puerili?
-Hai affermato che solitamente l’algoritmo cambia tra i 30 ed i 60 giorni. In questo momento, ad oggi 12 maggio, quanti giorni sono trascorsi dal cambio dell’ultimo algoritmo? Mi daresti, così per curiosità ed eventualmente per poter smentire la mia considerazione “maliziosa” insita nella precedente domanda, cosa ti avevano suggerito gli algoritmi precedenti e validi nei mesi o negli anni scorsi?
-Poiché la validità dell’algoritmo ha una durata abbastanza vaga (dai 30 ai 60 giorni), come fai a capire che  il momento di partorirne uno nuovo?
Ti ringrazio per le risposte.

Giuliano risponde:
Sostieni di aver fatto qualche prova?
Potrei sapere quante ne hai fatte e i risultati?

 

Ciao Giuliano,
intanto noto che non hai risposto alle mie domande e questo, credimi, certamente  non è bello e forse nemmeno corretto. Siccome io, a differenza tua, alle domande so rispondere, ecco la mia risposta:
Ho analizzato 5.000 boules nelle quali ho trovato 7 situazioni in cui c’era un valore >550 e 0  situazioni in cui il valore era <240. Se, secondo te, il test è poco probante, devi solo dirmelo e in meno di mezza giornata ne testo 500.000 di boules; io non sono un programmatore ma 4 formulette di excel bastano ed avanzano per avere questi banali risultati e tu, che invece programmatore sei, certamente hai la consapevolezza delle mie affermazioni. Ora che ho risposto alla tua domanda vorresti avere la compiacenza, la correttezza e l’educazione di rispondere alle mie? Ti ringrazio.
Ah, scusami dimenticavo di rispondere alla seconda domanda: tutte e 7 le situazioni sono finite con esito positivo; in un solo caso si  arrivati all’ottavo colpo mentre negli altri si vinceva prima. Ma il problema non è questo. Ti prego di rispondere alle mie domande. Grazie!

Giuliano risponde:
Non iniziamo a fare test con excel altrimenti non se ne esce piu!!
E’ normale che se tu mi analizzi 1.000.000.000.000 di boules con numeri casuali, prima o poi, trovi una caduta.
Il metodo è reale è va giocato. Nei prossimi giorni ci sarà il cambio algoritmo e vedrai che i casi di gioco aumenteranno.
Purtroppo i casinò hanno algoritmi restrittivi ed è per questo che alle volte si gioca poco.

 

Scusami Giuliano ma ho l’impressione che o non leggi quanto ti scrivo oppure, leggendo, ti agiti e ti alteri per niente, pure attribuendo affermazioni che uno non ha mai fatto. Allora, rilassati, leggi bene e poi, se vuoi, rispondi. Io ti ho fatto 4 domande, semplici, chiare e certamente anche logiche e solo ad una, adesso, hai dato evasione. Ti  prego dunque  di non attribuirmi affermazioni che non ho fatto e ti prego di credere che a me dei 45 euro spesi assolutamente non me ne frega nulla e che ciò che mi ha indotto a comperare il tuo sistema è solo ed esclusivamente curiosità perché sono un appassionato di roulette, uno studioso e in quanto tale attento a tutto ciò che di nuovo appare in questo campo affascinante. Aggiungo anche che non ho bisogno di apprendere una strategia di gioco per poter guadagnare qualcosa perché, per mia fortuna, a 60 anni ho tante altre entrate e, se proprio devo dirla tutta, come fare a vincere alla roulette lo so abbastanza bene. Togliti dunque ogni corazza difensiva, che con me non serve, e cerca di dare evasione a quanto ti ho domandato. Specifico poi che la tua affermazione (“Non iniziamo a fare test con excel altrimenti non se ne esce piu!! E’ normale che se tu mi analizzi 1.000.000.000.000 di boules con numeri casuali, prima o poi, trovi una caduta.) non serve a nulla perché io non ho parlato di salti. Ho semplicemente detto che le occasioni di gioco che ho trovato analizzando 5.000 boules con excel sono state poche e, in base a questa mia esperienza, chiedevo riscontro a te che certamente conosci più di me il sistema di gioco, ma  non sono non ho mai parlato di salti ma addirittura ho detto che nelle occasioni di gioco viste in simulazione il sistema avrebbe sempre vinto. Rilassati quindi, che a incazzarsi non si fa mai bella figura.
Buona domenica

Giuliano risponde:
Ciao Leo.
Ho notato che a te, piace tanto parlare, ma alla fine concludi poco.
I metodi vanno testati nella vita reale non tramite excel, che poi è un generatore casuale che può comportarsi in maniera anomale e fornire risultati contrastanti. Fra pochi giorni ti invierò il nuovo algoritmo, cosi potrai finalmente giocare e valutare il sistema, senza invenzioni di nessun genere.

 

In una delle prime email che mi avevi mandato, mi avevi proposto un contatto skype. Parliamo direttamente lì, magari riusciamo ad intenderci di più visto che è evidente che qui non riusciamo a farlo.  Quello che hai notato tu  potrai dirlo e dimostrarmi come hai fatto a notarlo in diretta. Che ne dici?

Giuliano risponde:
Sei molto pretestuoso!!Credo che tu abbia acquistato il metodo solo per creare polemiche e non per giocare e vincere!!Ci sono persone che hanno fatto lo stesso e mi scrivono tutti i giorni per ringraziarmi, tu invece vai a cercare polemiche in ogni situazione.

 

Sai cos’è la costante nel rapporto tra me e te? Che io faccio domande e tu a tali domande non rispondi. Poi, assodato questo, io faccio proposte (scambio di opinioni si skype) e tu, parimenti, non rispondi. È tutto documentato  e certificato; una volta documentato e certificato questo, hai ragione a dire che io sono presuntuoso ma io “tengo il colpo”; tu, invece, presuntuoso o no (io non ho la tua stessa “dimestichezza” nel giudicare i comportamenti altri mentre tu, in questo, sei un campione…), semplicemente ritieni di essere nel diritto di non rispondere; eppure sono io ad aver dato quattrini a te e non il contrario e questo dovrebbe indurti ad un sacrosanto dovere di risposta… A meno che questo non stia a certificare che la tua  non è presunzione ma solo coda di paglia… Comunque, bando alle chiacchiere, vieni a parlarne in diretta su Skype o no?

Giuliano risponde:
Hai pagato 45 euro per avere un sistema per la roulette, per il quale, sono stati impiegati anni di lavoro e software costosi.Ho risposto diverse volte alle tue domande, ma non  quello che vuoi.Cerchi la polemica ad ogni costo, senza capire che io sono un giocatore professionista e non un venditore di fumo.Leggi bene il file e, se hai domande in merito, chiedi pure.

 

Il prezzo che ho pagato è  il prezzo che tu mi hai richiesto; dunque non vedo dove sia il problema. Alle mie poche domande non hai mai risposto e se hai tentato di rispondere, lo hai fatto travisando la mia richiesta. Non cerco nessuna polemica, sono semplicemente  una persona che cerca di capire, che per farlo fa domande e quando alle domande non viene data risposta, insiste. È tutto legittimo e tutto rientra nelle facoltà di ogni uomo! Sei tu che non hai risposto e sei tu che ti tiri indietro. Poiché io, a differenza tua, cerco di circostanziare le mie affermazioni, ecco che ti dimostro che ciò che dico corrisponde al vero:
1-Ti ho chiesto un contatto Skype perché sei tu ad averlo annoverato tra le possibilità di contatto.   “Appena riceveremo notifica operazione, ti invieremo sia il metodo, sia il nostro contatto skype per assistenza in merito all’algoritmo.” Questo l’ hai scritto tu il  7 maggio, non me lo sono inventato io. Dunque adesso cos’è che ti fa tergiversare?
2-Ti ho chiesto, educatamente, di dirmi in base alla tue esperienza una volta  ogni quante boules vi è un’occasione di gioco. È una domanda educata, logica e lecita. Ma tu non hai risposto.
3-Ti ho detto che ho fatto un test di 5.000 colpi nei quali ho trovato poche occasioni di gioco; ho parlato di occasioni di gioco e non di esiti di gioco. Mi hai risposto che se cominciamo a fare test su milioni di colpi è naturale che il sistema salta. Ma la mia domanda era un’altra! Non ho minimamente messo in discussione il sistema anzi ho detto che nei pochi test era sempre vincente! Ho posto una domanda semplicissima che tu hai travisato dando una risposta polemica oltreché fuori tema.
4-Ho fatto una considerazione in merito alla scelta delle terzine da giocare, evidenziando che dopo un forte squilibrio nelle uscite di numeri bassi indichi di giocare quelli alti e viceversa e ho commentato che forse non serviva partorire il lavoro enorme che dici esserci dietro per arrivare a considerazioni cotanto semplici ma anche qui non hai risposto.Insomma non hai risposto a nulla; in compenso arrivi con una facilità estrema a giudicare. Potrai anche essere un programmatore ma hai evidenti limiti! Se poi questi sono limiti di “comprendonio” perché non sai comprendere chiare e semplici domande e quindi rispondi in maniera inadeguata oppure sono limiti caratteriali che ti fan vedere nemici e avversari anche quando non ci sono, questo io non lo so e, in verità, poco mi interessa. Quel che è certo è che sei limitato.
Se una tua eventuale replica a questa mia ultima email fosse sul tono delle precedenti e sfuggisse, come fatto fino ad ora, alle legittime, educate e pertinenti domande chiarificatrici che ti ho posto nel mio messaggio del 12 maggio, ti assicuro che tu ed il tuo algoritmo avrete la notorietà che ti meriti. Se invece ne vuoi parlare in diretta e a vista, ti ripeto che la possibilità di usare Skype l’hai menzionata tu e dunque cosa ti dovrebbe impedire ora di attuarla?
Sii sereno; è tutto più semplice quando non si ha nulla da nascondere, da temere o da giustificare

A quest’ultima domanda, Giuliano Tosi non ha risposto. Io credo basti e avanzi per capire di che personaggio si tratti!

Leo Martini Lorenzi

 

2 pensieri su “GIULIANO TOSI, L’UOMO CHE SCOPRIVA ALGORITMI VINCENTI

  1. Fui contattato pure io da questo personaggio e acquistai un suo super sistema. Si nasconde dietro diversi nomi, tutti verosimili, estesi con nome e cognome per sembrare un contatto reale. È sempre lui ma non è nemmeno intelligente perché cambia i nomi ma i messaggi sono scritti tutti allo stesso modo e con le stesse fotografie. Si accontenta di poco, da 45 a massimo 69 euro, a seconda del sistema che ti propone. Sono tutte porcate.

  2. Ho avuto anch’io l’impressione anzi quasi la sicurezza che è solo uno che manda tutti questi messaggi di promozione o di vendita di sistemi.
    Giuliano Tosi
    Franco Luisi
    Natale Ricci
    Giulio Cassibba
    Arnone67
    Natale@email.it
    sono tutti personaggi che mi hanno contattato per offrirmi sistemi di roulette o di scommesse. I messaggi sono tutti scritti uguali e le immagini usate sono le stesse. Mi sembra che sono poco furbi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.