Dagli insegnamenti di Roberto (Lopez)…

abbiamo ricavato un buon lavoro (anzi due…)

In questi mesi di apparente immobilismo in realtà abbiamo lavorato e stiamo lavorando sodo… Quando il tempo non è sufficiente per poter far fronte a tutto, la scelta è quella di optare per il lavoro oscuro di ricerca, di idee, di impostazione, di test. Poco importa se poi si trascurano un po’  sito, blog e comunicazione. Meglio correre il rischio di far pensare che siamo in disarmo mentre la realtà è l’esatto opposto piuttosto che essere effervescenti ed attivi in comunicazione e non avere nulla di valido in mano.  D’altro canto tutto ciò che viene proposto qui non ha  caratteristiche valide per la massa.

Dopo qualche mese, seguendo le preziose indicazioni di Roberto (Lopez), siamo riusciti a creare qualcosa di buono. La ricerca ed i test effettuati ci hanno indotto anche a testare una seconda modalità di recupero applicata alla chance più scompensata.

Abbiamo messo a  disposizione di chi ne fosse interessato tutt’e due le citate manovre. Poiché chi scrive non ha molta dimestichezza con programmi e formule, è opportuno chiarire che  il deus ex machina dell’operazione è stato il caro amico Paolo. Sarà pertanto direttamente lui il contatto per chi ne fosse interessato. Non avendo però Paolo un profilo pubblico, la prassi da attuare per chi volesse ottenere il materiale o anche solo delle indicazioni è le seguente:

Dopodiché la redazione  fornirà la modalità di contatto con lo stesso Paolo. Sarà poi  lui stesso a dare tutte le informazioni finalizzate all’impiego corretto dei prodotti.

A seguire, probabilmente in primavera, la pubblicazione dell’atteso “Luganonline” mentre per la fine dell’anno è previsto una  nuova versione imperniata sulle sole chance semplici.

16 pensieri su “Dagli insegnamenti di Roberto (Lopez)…

  1. Grazie Leo. Mi fa piacere che la tua passione sia attiva, sono interessato alle due versioni e al contatto con Paolo, buon fine settimana
    Carlo

    1. Ciao Carlo, penso tu abbia già il contatto di Paolo, visti i lavori condivisi per il “Tacchino”. Se così non fosse, dimmelo e ti mando privatamente la sua email.

    1. Buonasera Francesco,

      si, il lavoro in oggetto (in realtà i lavori sono 2 indipendenti uno dall’altro) è a disposizione di chiunque lo richieda. Chiaramente, se è pensato come modalità di recupero del Lugano, presuppone la conoscenza dello stesso nel momento in cui viene impiegato per questa funzione. Tuttavia potrebbe essere gestito anche in maniera autonoma e distaccata dal Lugano, impiegato come sistema di gioco a se stante. Come scritto nell’articolo, contatto, distribuzione e spiegazioni sono gestite dall’amico Paolo. Se pertanto dovesse interessare, possiamo fornire la modalità di contatto con lo stesso.

  2. Grazie mille per la precisazione.
    Allora se fosse possibile mi piacerebbe ricevere il materiale.

    Grazie mille.
    Cordiali saluti

  3. Buongiorno,
    sulla base di quanto ho visto e letto, mi sono fatto mandare il contatto con Paolo. A quel punto ho però scoperto che il materiale in distribuzione ha un costo. In realtà si tratta di un costo minimo però mi sembrava che da qualche parte era stato scritto che era gratis.
    Avevo letto male io oppure avete deciso di cambiare quanto promesso?

    1. Buongiorno MilanosanFelice.
      Ringrazio per la domanda che permette di fare chiarezza.
      È assolutamente vero che abbiamo scritto che gli aggiornamenti e/o le migliorie effettuate al “Metodo Lugano” erano, sono e saranno totalmente gratuite per chi acquistò l’ebook. Così è stato a fine 2014-inizio 2015 quando si propose la seconda modalità di recupero e stessa situazione si è ripetuta un paio d’anni dopo quando fu messo a disposizione “Un tacchino a Lugano”. Nessuno può dire di aver speso un solo euro per ottenere queste pubblicazioni e questi materiali e la stessa cosa avverrà in occasione della distribuzione (si spera entro la fine della prossima primavera) del nuovo “Luganonline” per il quale è già stato previsto un costo di € 39,00 per i nuovi acquirenti mentre per i vecchi clienti sarà, come detto e ridetto, totalmente gratuito.
      La situazione attuale è però diversa ed esula da quelli che sono gli intenti ed i progetti di tutti noi che stiamo lavorando alla realizzazione ed allo sviluppo del “Luganonline”. Eccola ricapitolata:
      -A ottobre 2018 un cliente del “Metodo Lugano”, Roberto (Lopez) entra in contatto con il sottoscritto e nello scambio di pareri su come agire in fase di recupero viene ipotizzato l’uso del Roserpina. Io mi limito a dare quattro suggerimenti sulla base delle mie conoscenze di questa manovra. Roberto affina la tecnica e inizia ad ottenere risultati interessanti a partire da novembre 2018.
      -Passa il tempo e, periodicamente, vengo aggiornato sulla situazione che continua ad essere positiva, anzi parrebbe proprio eccezionalmente positiva tant’è che Roberto afferma di aver raddoppiato il valore del pezzo base e di attestarsi su un guadagno di 1500/2000 euro al mese dedicando al gioco non più di 2 ore al giorno.
      -Sulla base di quanto ai 2 precedenti punti, Roberto viene invitato a dettagliare le regole del suo gioco, le modifiche e le impostazioni che lui ha dato nella gestione del Roserpina. Il tutto è specificato nell’articolo del 15 ottobre 2019 a titolo “Roberto (Lopez) ed il Roserpina abbinato al Lugano”.
      -Chiaramente, la situazione risulta molto interessante ed appetitosa e noi veniamo bersagliati da richieste che ci invitano ad automatizzare i dettami di Roberto. A questo punto io contatto l’amico Paolo che so essere un mago di Excel, lo aggiorno sulla realtà, gli fornisco tutte le indicazioni necessarie e lui inizia un periodo di lavoro fatto dapprima di impostazione, poi di stesura delle regole, di correzione, test, analisi, modifiche e tutto quello che ben sa chi conosce questo genere di attività. Da tutto ciò nascono due fogli excel, precisi, dettagliati ma abbastanza complessi nella gestione. Uno automatizza il Roserpina mentre l’altro parte da una base diversa per ottenere il recupero. Sono il frutto di svariate, forse centinaia, ore di lavoro fatte totalmente da Paolo mentre chi scrive si è limitato ai soli test.
      Si tratta pertanto di due lavori che esulano dai programmi di sviluppo del “Lugano”; l’autore di tali lavori, Paolo, non ha coinvolgimenti o legami con questo blog e con la redazione dello stesso e, avendo prodotto un opera che ha avuto un costo, è corretto e giusto che venga remunerato (peraltro con pochi euro) per quanto svolto.
      Sperando che quanto dettagliato sia esplicativo della situazione, ripeto il mio grazie a MilanosanFelice perché ha permesso di chiarire ciò che sembrava esplicito perché effettivamente giusto e corretto.

      Leo Martini Lorenzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.